La cosa più difficile

La cosa più difficile

La cosa più difficile

 800 

mi reggo alla sedia

ma questa mi scivola

sembra liquefarsi sotto il

mio corpo

come nei sogni

mani tentacolari

occhi moltiplicati

gambe di gelatina

o sono io a scivolare

(piedi inchiodati)

su me stessa?

mi stringo le ginocchia

un rumore mi raggiunge

lì fuori – dove c’è la vita

questa vita che pare

aver ripreso la sua corsa

di vita normale

ma io sono ferma

e da ferma oscillo

ancora in equilibrio

precario

precaria

in affetti e appetiti

nello spazio e nel tempo

il mondo è una mosca

ne sento il ronzio

la stringo nel pugno

serro le dita

che non riparta

senza di me

qual è la cosa più difficile

chiedi

e io vorrei dirtelo

non è difficile maneggiare il vuoto

ma riempirlo

non è difficile sostare in recinti

ma spostare il passo oltre la linea

non è difficile restare seduta

a contare giorni

ma alzarsi e smettere di farlo

la cosa più difficile

chiedi

e io vorrei dirtelo

che la cosa più difficile

a questo mondo

è viverci.

***

Illustrazione: @shaza.wajjokh

***segui la nostra serie di racconti intimi dedicati al tema salute mentale: clicca qui

***#QuarantenaSenzaStigma: racconti di depressione ai tempi del Covid-19: clicca qui

No Comments

Post A Comment