Desirèe

Abruzzese trapiantata nel caos di Roma, si laurea in Filologia per poi stravolgere tutto e mettersi in testa di diventare giornalista. Si dedica soprattutto allo studio dell’etica giornalistica applicata ai diritti umani e attualmente sta preparando una tesi in materia di Hate Speech online. Appassionata di studi di genere e queer (di cui scrive su una rubrica online), diritti civili e comunicazione, si avvicina al femminismo intersezionale e finalmente comprende quello slogan sentito tanto tempo fa, “il personale è politico”. Sfacciatamente nerd e divoratrice insaziabile di libri, scrive anche di Serie TV e teatro.
Cresciuta in una famiglia dove si ringrazia per il pane e poi lo si condivide con gli altri, da bambina voleva salvare il mondo e camminava cauta sul prato per paura di schiacciare le margherite. Poi ha capito che doveva salvare prima se stessa e di questo si è occupata a lungo, per poi tornare, con più forza e caparbietà, al suo antico sogno di ragazzina, perché crede che «prendersi cura dell’altro/a è un atto rivoluzionario”. Scrive poesie da quando ha memoria e crede fermamente nel potere che hanno le storie di creare legami e generare consapevolezza, ed è proprio questo che vuole fare con Aware. Il suo motto? “Quello che vi rende strani è probabilmente la vostra arma segreta”.
  • All
  • #nohatespeech
  • Aiutiamoli a casa loro
  • Arte resistente
  • Attualità
  • Bellezze
  • Salute mentale
  • Storie resistenti
  • Una stanza tutta per noi